Fashion

Must have: la camicia bianca

Condividi su:

“Mi piace pensare che la camicia bianca sia un termine di uso universale. Che ognuno però pronuncia come vuole.”

Gianfranco Ferrè

Seduttiva o maschile, destrutturata o formale, la camicia bianca è uno dei capi fondamentali del guardaroba femminile, un indumento senza tempo. Con questo capo comincio una piccola serie di post sui must have irrinunciabili in ogni guardaroba.

Elemento base del guardaroba maschile dagli inizi del ‘900, sarà Coco Chanel, intorno agli anni ’20, a combinare capi femminili con elementi dell’abbigliamento maschile e a far divenire la camicia un capo irrinunciabile anche per le donne.

Le dive hollywoodiane intorno agli anni ’40 la rendono una moda; nel 1938 Katharine Hepburn in “Incantesimo”, poi Ava Gardner con shorts e rossetto, e Lauren Bacall in “Key largo”. Nei ’50 tocca ad Audrey Hepburn rendere iconica la camicia bianca con colletto alzato e maniche arrotolate in “Vacanze romane”. Alla fine dei ’60 la camicia si fa androgina, incontro al movimento femminista.

Ma di tutte le immagini della storia della camicia bianca, il ritratto in bianco e nero di Robert Mapplethorpe oggetto Patti Smith per la cover del suo primo album “Horses”, resta leggendaria: Patti diventa icona dell’androgino e la camicia bianca un must.

Anche sulle passerelle è sempre al centro della scena, basti pensare alle splendide camicie scultura di Gianfranco Ferrè.

Eppure spesso nella nostra quotidianità finiamo per trascurarla, considerandola anonima, scialba, poco attraente. Niente di più sbagliato!

Esistono mille modi per trasformarla ed indossarla al meglio…

Iniziamo con il dress code per l’ufficio, dove la camicia bianca ha un ruolo da sempre privilegiato:

abbinamento classico, con un tailleur gonna o pantalone non scontato ((gonna longuette aderente o plissè o pantapalazzo), perfetto per tutte le occasioni in cui vogliamo avere un’aria professionale ma senza rinunciare alla femminilità. Da impreziosire con un orologio gioiello o un unico bijou importante, per non essere troppo anonime.

Day by day: camicia bianca maschile, jeans e giacca nera o colorata. Sneakers per andare a fare la spesa, mocassino per lo shopping, tacco per l’aperitivo con le amiche.

Mare: camicia annodata con short in denim o colorati, insieme a sandali ultrapiatti. Per le amanti dello stile hippie la camicia si fa ricamata, un fiore tra i capelli.

Cerimonia-sera: per una cena importante camicia bianca in seta abbinata ad una gonna ampia o un pantalone a sigaretta in un bel colore saturo.

Per una cerimonia, abbiniamola ad una gonna lunga in raso o pizzo, o ad un pantalone palazzo ampio e leggero.

Disco: per andare a ballare è perfetta una camicia corta, sciancrata, abbinata ad accessori vistosi.

Sport: per il tempo libero sarà perfetto l’abbinamento con jeans maschili, felpa aperta o giacca destrutturata e snakers colorate.

Total white: l’estate è il momento perfetto per indossare un total look fresco fresco; jeans stretch o shorts bianchi abbinati a camicia bianca, sandali neri ultrapiatti, borsa nera a tracolla, rossetto acceso e occhiali da sole.

Anni ’50: per le appassionate dei fifties, camicia bianca aderente infilata dentro una gonna a ruota lunga, in colore pastello. Da indossare con decolletè in colore neutro, foularino abbinato o tante collane colorate.

Black & white: un classico intramontabile, l’abbinamento camicia bianca pantaloni neri non sbaglia mai. Preferibile una camicia di cotone dal taglio maschile abbinata a pantaloni diritti o ampi lievemente lucidi e ad accessori colorati (borsa grande e decolletè)

Per un look alternativo, maxigonna nera in seta stropicciata, camicia bianca a maniche lunghe e abbottonata fin sul colletto, fili di perle.

New boho: in perfetto stile boho chic, pantaloni stampati con microfantasie, stivaletti stile texano e camicia bianca oversize, da accessoriare con tanti bracciali rigidi. In alternativa, gonnellona folk.

Maschile: per un look rubato a lui saranno perfetti jeans stretti, scarpe lucide stringate, camicia bianca maschile e blazer classico, magari gessato.

E se non mi sento bene nelle mie misure?

Partendo dal concetto che ogni tipo fisico ha dei punti di forza da valorizzare, riguardo la camicia bianca qualche trucco la renderà perfetta per ognuna:

seno abbondante, busto pieno: la camicia ideale sarà in tessuto opaco, dalla trama liscia e sottile, con collo a scialle e lunga oltre i fianchi;

seno piccolo, busto sottile: una camicia in raso lucido, con jabot, collo importante o scollatura ad incrocio, renderà otticamente più pieno il busto;

spalle squadrate o eccessivamente ampie: manica con spalla scesa o raglan, scollatura lunga ( lasciando sbottonata la camicia fino all’incavo del seno), linea fluida e ampia;

spalle piccole o cadenti: un paio di spalline imbottite ( discrete!) e maniche gonfie o arricciate al giro aiuteranno a tirarle su.

Una camicia per ognuna e ad ogni età dunque, classica o frivola, maschile o seduttiva ma che ci somigli e ci rappresenti: perché non c’è nulla come una camicia bianca per riflettere il carattere di chi la indossa.

E se pensate che questo articolo possa interessare le vostre amiche inviateglielo o condividetelo!

Diane Keaton e la camicia bianca


Condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *