Fashion

Il trench, icona di stile e passepartout: come abbinarlo al meglio

Condividi su:

Ci sono capi d’abbigliamento che identificano immediatamente una stagione. E il più iconico è senza dubbio lui, il trench: passepartout, evergreen, must have rassicurante e facile da indossare, è sinonimo di primavera quanto la mimosa in fiore o le prime rondini, ed è ancora amatissimo dagli stilisti che stagione dopo stagione lo ripropongono nella sua versione più classica o con qualche concessione al glamour. Anche per noi “50&oltre” il trench (o soprabito, come qualcuna sicuramente ama ancora chiamarlo) è un capo irrinunciabile.

Cappotto di trincea: è questo il nome originario del trench-coat (trench, ovvero trincea; e coat, ovvero cappotto), poi successivamente accorciato in trench. Nasce quindi come cappotto militare da uomo, con caratteristiche specifiche che sono poi spesso quelle ancora presenti:spalle con taglio raglan ,allacciatura a doppiopetto,cintura in vita e lunghezza sotto il ginocchio. Era realizzato in gabardine di cotone, tessuto molto resistente e impermeabile, divenuto poi il tessuto d’elezione per la realizzazione di questo capo.

Al trench colleghiamo sempre per primo il marchio Burberry, brand fondato nel 1856 e che fin dagli inizi del 1900 vestì molti grandi esploratori tra cui Roald Amundsen per la spedizione al Polo Sud. Tra il 1910 e il 1920 fu tra i primi a produrre industrialmente trench e a foderarli con il motivo scozzese che diventerà l’emblema della griffe inglese.
Da indumento militare, il trench è diventato un’icona di moda grazie al cinema e soprattutto ad un film cult come “Casablanca” con l’indimenticabile Humphrey Bogart e la splendida Ingrid Bergman.

Da allora è stato utilizzato sia al cinema che nella vita privata da innumerevoli attori e attrici che ne hanno fatto il loro tratto distintivo

Marlene Dietrich
Audrey Hepburn
Marylin Monroe
Brigitte Bardot

Ancora oggi il trench è un capo immancabile sulle passerelle internazionali: oltre ai modelli classici nel color kaki o verde militare ne troviamo in colori anche azzardati, in bianco, in versioni da sera

Burberry
Max Mara
Victoria Beckham
Proenza Schouler
Fendi
Bottega Veneta
Louis Vuitton
Carolina Herrera
Balenciaga

Consigli di stile: come abbinarlo

Sicuramente ognuna di noi ha nell’armadio un trench più o meno classico: darlo via per comprarne uno nuovo? Non è sempre la soluzione migliore, visto che sulle passerelle molto spesso i modelli proposti si distaccano pochissimo dal classico. Vediamo invece e dritte e i modi per abbinare al meglio il nostro trench

-Prima di tutto creare le giuste proporzioni, bilanciando lunghezza e colore tra trench e capo che si sceglie di indossare: mai indossare un abito longuette o un cardigan lungo con un trench corto!

-Il nodo è preferibile posizionarlo lateralmente.

-Prediligere un modello ¾ se non si è particolarmente alte. Evitare l’abbottonatura a doppiopetto se si hanno forme abbondanti

-Per un look sportivo raffinato sarà perfetto insieme a jeans blu o neri (non delavé) e sneakers o pantaloni maschili e calzature basse stringate

-Per un look più sofisticato e glamour, perfetto un abito morbido magari in una bella fantasia floreale e decolleté a tacco alto. No invece a scarpe open toe o plateau ( che comunque io sconsiglio caldamente sempre!)

-Scegliere gli accessori giusti è fondamentale: foulard carré e twilly per un look alla Audrey Hepburn o Jackie’o che è sempre chic (l’ho scelto anch’io!), un bel Borsalino maschile se amate i cappelli, una bella spilla gioiello se il look è più formale ed elegante

A questo punto, se non lo avete già in armadio, correte subito a comprare un bel trench e via con gli abbinamenti più adatti a voi!

E se pensate che questo articolo possa interessare le vostre amiche inviateglielo o condividetelo!


Condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *