Consulenza d'Immagine Fashion

Body shapes: come valorizzare i punti di forza

Condividi su:

Ciao a tutte Amiche, oggi voglio soffermarmi su un argomento di grande importanza nella visione globale del nostro corpo: come valorizzare i punti di forza. Prima di continuare a leggere, un’unica regola: non sono ammessi pensieri negativi su di sé!

Perché dico questo? Perché so benissimo che tante di voi staranno pensando “io ho tanti di quei difetti che i pregi non riesco neanche a vederli”... Niente di più sbagliato: anche se il nostro corpo non è più tonico come a 20, 30, 40 anni i punti di forza rimangono. Guardatevi allo specchio e analizzatevi con amore, cominciando dal viso: il colore degli occhi, il sorriso, e poi più giù il seno, le braccia, il polso, le mani, le gambe, la caviglia, i piedi… Qualunque particolare del nostro corpo può diventare un punto di forza ed offuscare quel che non ci piace.
Partiamo dunque ad analizzare le varie tipologie fisiche e come valorizzarle: in linea generale, le body shapes si dividono in 5 categorie, anche se ovviamente ogni donna è diversa e unica: teniamole quindi presente solo come linee guida generiche sulle quali creare le proprie linee guida personali.
Le tipologie sono:

1)mela o cerchio

2)pera o triangolo

3)triangolo rovesciato

4)matita o rettangolo

5)clessidra

Questa distinzione generale ci consente di dare indicazioni su come riequilibrare il corpo con tecniche di camouflage ma anche di valorizzazione. Avete mai pensato che ciò che considerate un difetto (che a me piace chiamare “caratteristica”) possa invece trasformarsi in un pregio? Pensate al “lato B” di Kim Kardashian o Jennifer Lopez… è diventato la loro fortuna!
A questo punto, vediamo le body shapes una per una:

MELA O CERCHIO

La donna cerchio è anche detta donna mela perché tende ad accumulare peso nella zona della vita assumendo quella forma. La donna a mela ha infatti le spalle e il sedere della stessa larghezza con seno prosperoso e fianchi poco accentuati, con punto vita appena accennato; spesso però le gambe sono slanciate e magre non essendo il punto principale dell’accumulo del grasso. Ed è proprio su questo che si può giocare, come fa benissimo Mara Venier

PERA O TRIANGOLO

La donna triangolo è anche chiamata donna a pera per via della somiglianza con le proporzioni del frutto, più piccola nella parte superiore e più pronunciata su fianchi e gambe. Può avere un seno non molto prosperoso, anche se non è la norma, la vita sottile e fianchi e sedere pronunciati sui quali tende ad accumulare grasso, come pure le cosce. Puntare su belle scollature impreziosite da collane importanti e giacche dalle spalle imbottite darà carattere all’outfit e riequilibrerà le forme

TRIANGOLO ROVESCIATO

La donna a triangolo invertito è esattamente l’opposto della precedente. Possiede spalle abbastanza larghe ma un bacino stretto e gambe piuttosto magre. La sua tipologia di fisico è definita androgina in quanto ricorda quella maschile come proporzioni, quella della donna a triangolo invece è estrogena. Qui il punto di forza possono essere le spalle stesse che, invece di nascondere, si possono evidenziare con scollature totali, come fa Charlene Wittenstock (moglie del principe Alberto di Monaco). Oppure, per riequilibrare la figura, optare per scolli all’americana e maniche di taglio raglan che otticamente stringono la linea delle spalle.

MATITA O RETTANGOLO

La donna rettangolo o grissino o matita è la tipologia fisica che solitamente anche con gli anni non ingrassa, e possiede fianchi della stessa larghezza delle spalle, solitamente con poche forme e con il punto vita poco segnato. Per definire di più la figura si possono indossare cinture alte e abiti o giacche con baschina a volants, che serviranno ad accentuare vita e fianchi.

CLESSIDRA

La donna clessidra è il modello di bellezza mediterranea per eccellenza. Una donna tutta curve con vita sottile, anch’essa ha spalle e fianchi della stessa larghezza ma sono le curve a fare la differenza. Con gli anni solitamente questo tipo di donna conserva la linea a clessidra, anche se la vita si allarga un po’: se si possiede questo tipo di figura si può giocare con i tubini e i tailleur che seguono le forme (senza mai strizzarle troppo!)

Queste le linee generali. Ma non dimentichiamo mai che, aldilà dei canoni fisici e delle tipologie, ognuna di noi è perfetta nella sua imperfezione, quindi… godiamo della moda in maniera giocosa e con qualche piccolo accorgimento saremo sempre bellissime. Perché uniche.

E se pensate che questo articolo possa interessare le vostre amiche inviateglielo o condividetelo!


Condividi su:

Potrebbe piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *