Consulenza d'Immagine,  Fashion

Calze&scarpe: come abbinarle per slanciare le gambe

Condividi su:

Il grande freddo è arrivato ovunque, e con esso la stagione migliore per indossare le calze.
E’ vero che l’ultimo trend è quello di tenere le gambe nude anche d’inverno, ma io lo lascerei alle ventenni…Per noi “DonneAnta” un bel collant o una seducente autoreggente sono la scelta migliore per far apparire le gambe più belle e aumentare il nostro fascino!

In più, se la calza è abbinata alla scarpa giusta, slancia, snellisce e regala qualche cm in più: vediamo insieme come.

COLORI

Per snellire la gamba è sempre il caso di scegliere calze in un colore uguale o più chiaro delle scarpe: indossare calze più scure delle calzature, infatti, potrebbe far apparire le gambe più tozze.

Se vuoi scegliere un outfit in “color block”, attenzione: secondo la regola dei due colori, un outfit composto da 3 o più colori accesi rischia di far apparire il fisico poco slanciato. Per questo, con un outfit che contiene 2 colori vivaci meglio non abbinare un terzo colore nelle calze: la soluzione sta nell’abbinare le calze al colore più scuro dell’outfit.

DENARI (ossia pesantezza e spessore della calza)

Anche rispetto allo spessore della calza vanno seguite alcune regole: quelle color carne devono avvicinarsi il più possibile al colore dell’incarnato di chi le indossa e dovrebbero essere molto velate, vale a dire 8 denari

Dovrebbero anche essere opache (il collant lucido fa tanto anni ’80 ed è francamente brutto!) per essere invisibili e nascondere i piccoli difetti. La stessa regola vale anche per quelle nere che dovrebbero essere indossate la sera con un abbigliamento elegante.

I collant pesanti e coprenti andrebbero invece indossati solo di giorno con un abbigliamento più casual, da mattina.

COLLANT FANTASIA

Se le calze sono lavorate e a fantasia l’ideale è accoppiare una scarpa del colore più scuro della fantasia della calza. Se, al contrario, è la scarpa ad essere speciale la calza dovrà essere semplicissima e neutra. Equilibrio è la parola d’ordine.

Le calze dal pattern a zig-zag, a frecce, a righe, meglio se tono su tono, snelliscono la gamba e la fanno apparire più lunga: scegliete quindi sempre fantasie verticali e sottili.

PROPORZIONI

Nella scelta delle calze vanno tenute in considerazione anche le proporzioni rispetto alle scarpe: se le calzature, in generale, sono “grosse” e voluminose, come nel caso di stivali e scarponcini invernali, sarà il caso di indossarle con calze consistenti, come quelle in lana o quelle molto coprenti, mentre scarpe particolarmente minute, come le décolleté dal tacco sottile e le ballerine, si abbineranno molto meglio alle calze velate o dalla media e bassa coprenza. (Per dire… a me i sandali con i calzettoni fanno orrore, soprattutto dopo gli “anta”, ma ovviamente è gusto personale!)

COLLANT O AUTOREGGENTI?

Personalmente la trovo una scelta di comodità e occasione: il collant, specie se morbido, in microfibra o lana leggera e con corpino confortevole, è sicuramente più adatto al giorno e ad occasioni di lavoro o di viaggio. L’autoreggente (che io adoro) è la calza da seduzione per eccellenza, andrebbe riservata alla sera o al limite di giorno, in tonalità nude, solo d’estate: e va scelta con molta cura! Non deve mai essere troppo stretta, per evitare l’antiestetico effetto “rotolino” sulla coscia.

E ORA VEDIAMO GLI ABBINAMENTI PIU’ GIUSTI TRA CALZE E SCARPE

TRONCHETTI – Lo stivaletto alla caviglia è una tipologia di scarpa difficile da indossare se non si ha la caviglia sottile, ma sicuramente dà il meglio di sé indossato con calze il tinta così da slanciare al meglio la figura: indossare calze e stivaletti dello stesso identico colore infatti può far sembrare le gambe più lunghe perché non si “spezza” la gamba all’altezza della caviglia.

STIVALI SOTTO IL GINOCCHIO– Da evitare le parigine, la cui lunghezza mal si equilibra con l’altezza dello stivale, decisamente meglio un collant non troppo pesante che non ingolferà la gamba e evidenzierà il bordo dello stivale, che esso sia ampio o aderente.

STIVALE CUISSARD– anche qui la scelta più adatta è il collant in tinta così da slanciare ancor di più la figura.

DECOLLETE’– scarpa classica con la quale indossare il classico: nero velato se nera, nude velato se chiara, in ogni caso sempre in tinta.

SANDALI– I sandali in inverno mi lasciano un po’ perplessa a meno che non li si indossino con un abito da gran sera: li trovo assolutamente inadeguati a mise da giorno, se non si hanno vent’anni! Andrebbero indossati senza calze ma si può comunque osare un collant in pizzo leggero o microrete. L’importante è non eccedere.

E se vuoi scoprire quali sono le calzature più adatte a te clicca qui!

Ovviamente questi non sono diktat ma consigli, che comunque ti consentiranno di indossare con disinvoltura anche tipologie di calze e scarpe che magari, finora, non avevi mai scelto.

Il tutto da condire con la massima libertà personale e un pizzico di ironia, come sempre!

E se pensi che questo articolo possa interessare le tue amiche inviaglielo o condividilo!


Condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *